Vuoi partecipare alla terza edizione di The Next Generation Short Film Festival con il tuo cortometraggio ma hai ancora tanti dubbi?
Ecco le risposte alle domande più frequenti.

Ho realizzato un cortometraggio documentario. Posso partecipare al concorso?
Sì, sono ammesse opere di qualsiasi genere, inclusa la video-arte, purché abbiano una durata compresa fra i 5 e i 15 minuti e rispettino il tema (‘futuri’).

Non ho ancora compiuto 18 anni, posso partecipare al concorso?
Sì, con l’edizione 2018 abbiamo introdotto due sezioni di concorso: Sezione sperimentale Under 18 (iscrizione gratuita) e Sezione storica Over 18.

Posso iscrivere al concorso un cortometraggio già in circolazione?
, per partecipare a The Next Generation non è necessario che l’opera sia inedita.

Faccio il videomaker a Milano, posso partecipare al concorso?
Non importa dove vivi o lavori: se sei nato, residente o domiciliato ufficialmente in Puglia puoi partecipare al concorso. In caso di partecipazione come collettivo, almeno una persona che ha un ruolo di rilievo nella produzione (per esempio regista, DOP, sceneggiatore) deve essere nata, residente o domiciliata in Puglia.

Quanto devono durare i cortometraggi?
Per essere ammessi al concorso, i cortometraggi devono avere una durata compresa tra i 5 e i 15 minuti.

Cosa succede se il mio cortometraggio viene selezionato?
Le opere selezionate verranno proiettate durante la serata finale del festival che si terrà nel mese di novembre al Cineporto di Bari.

Quanto costa l’iscrizione?
L’iscrizione costa 20 euro per la sezione Over 18, mentre per la sezione Under 18 la partecipazione è gratuita.

Cosa si vince?
Nella sezione Over 18 verranno assegnati premi per la miglior regia, la migliore sceneggiatura e il miglior cortometraggio per un valore complessivo di 4500 euro.
Nella sezione Under 18 verrà designato un vincitore, che potrà scegliere uno dei seguenti premi:

  • Ingresso preferenziale all’Accademia del Cinema di Enziteto per il percorso formativo biennale previsto per gli anni 2019-2020.

Buono spendibile in attrezzature del valore di circa 500 euro.

Chi valuta i corti?
La giuria che valuta i cortometraggi in concorso è composta da professionisti dell’ambito audiovisivo e critici cinematografici, fra i quali, nelle edizioni passate, Anton Giulio Mancino (critico cinematografico, saggista, docente di Semiologia del Cinema a Bari e Macerata e membro della giuria Settimana della Critica del Festival del cinema di Venezia), Guglielmo Siniscalchi («Sentieri Selvaggi»), Simonetta Dello Monaco (Apulia Film Commission), Alessandro Cirillo (fotografo), Livio Costarella («La Gazzetta del Mezzogiorno»).

Come faccio a partecipare?

  • Scarica, compila e firma la scheda di partecipazione relativa alla sezione di concorso a cui intendi iscrivere il tuo cortometraggio; allega la ricevuta di versamento della quota di iscrizione (solo per la sezione Over 18).
  • Carica il cortometraggio in formato .mp4 su Wetransfer. Se la tua opera supera la preselezione ti chiederemo di fornirci una copia ad alta risoluzione.
  • Invia tutto alla mail aliceincamminoelearti3@gmail.com.

Se hai altri dubbi, scrivici!